sabato 11 gennaio 2014

Riflessioni del sabato pomeriggio su un Home Tour

Ho rubato questa casa a Design Sponge perchè mi piace il modo in cui lo stile tipicamente americano della struttura e degli infissi si fonde con lo stile vintage ed eclettico dei mobili. I proprietari l'hanno arredata con oggetti che hanno vissuto altre vite, ereditati da genitori e nonni, o acquistati alle svendite immobiliari (comprese le piante rimaste "orfane"), ma anche regali di nozze o oggetti fabbricati da amici. La sedia bistrot invece è stata trovata abbandonata su un marciapiede. Sentendo una descrizione del genere vi aspetterete di trovare un mucchio di cose appartenenti a stili diversi che cozzano fra loro...incredibilmente invece qui sembra tutto perfettamente armonico e amalgamato. 

Mentre scrivevo questo post ho riflettuto molto sul fatto che lo stile eclettico dev'essere senza dubbio il più difficile da realizzare. Mentre gli altri stili hanno delle specifiche caratteristiche, riuscire ad ottenere un'atmosfera confortevole in questo caso dipende sopratutto dal senso estetico del proprietario e dalla sua abilità nel riuscire a combinare epoche e stili. Spesso si tratta di case che traboccano di suggestione e personalità. Bisogna avere una qualche predisposizione naturale insomma.
Ma questo è solo il mio modesto parere da ignorante in materia. Voi cosa ne pensate? Pensate che l'eclettismo sia alla portata di tutti oppure siete d'accordo con me? Siete più preparati e avete qualche correzione da farmi? Ogni commento o critica (purchè costruttiva) è bene accetta. 




















5 commenti:

  1. bellissima casa! in realtà, i mobili decidono da soli come disporsi :)
    credo, comunque, che un contenitore piuttosto neutro e sufficientemente ampio aiuti ad evitare l'effetto bazar...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Barbara, anche io penso che la base neutra sia fondamentale!

      Elimina
  2. Lo stile eclettico é senza ombra di dubbio uno dei più difficili da comporre. Perfino gli interior designers che lo promuovono lo ammettono. Come per ogni stile esistono delle regole-base, tuttavia anche essi ammettono che i loro stili sono frutto di diverse prove. Che poi, ne sono convinta, alla fine deve piacere a chi ci vive. Personalmente lo stile eclettico non mi piace particolarmente, lo trovo caotico e sconfusionato anche se creato ad-hoc da interior designers. Questo che proponi tu, invece, non mi dispiace, lo trovo abbastanza coesivo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita sei molto più preparata di me :-) però hai confermato la mia intuizione! Per quanto riguarda lo stile..io ho sempre pensato di essere una minimalista ma ultimamente queste case mi attirano al pari di quelle in stile scandinavo o industriale...devo fare chiarezza :-)

      Elimina
    2. È solo che ho frequentato un corso da un'interior designer che seguiva lo stile eclettico. Lei stessa ha ammesso che casa sua l'ha arredata facendo prove su prove.
      Sai che invece io credevo di amare lo stile shabby, poi guardando cosa avevo pinnato su pinterest ho scoperto che era quasi tutto in stile scandinavo ed industriale?! Shock della vita ;)

      Elimina

Lo so che vai di fretta e non hai tempo da perdere, ma i tuoi commenti non mi servono per nutrire il mio ego. Mi servono per conoscerti, per capire i tuoi gusti, per sapere di cosa hai bisogno e quali problemi vuoi risolvere. Raccolgo questi dati con amore e poi li uso per scrivere nuovi articoli che possano esserti sempre più utili.
Dacci dentro!