lunedì 11 maggio 2015

Cameretta per due: ad ognuno i suoi spazi

Questo post è ispirato ad una conversazione avvenuta qualche settimana fa su un gruppo Facebook, in cui una mamma in procinto di cambiare casa chiedeva se fosse meglio avere un unico bagno e tre camere da letto, oppure avere il doppio bagno ma far condividere ai figli un unica camera.
I commenti erano quasi tutti a favore della seconda opzione e arrivavano da famiglie che hanno un unico bagno e sanno quanto possa essere scomodo, ma sopratutto da persone che durante la loro infanzia hanno dovuto dividere la stanza con i fratelli e/o sorelle e ne hanno tratto il vantaggio di essere più uniti e di aver imparato a condividere gli spazi e a rispettarsi a vicenda.
Bellissimo no? Ma prima di imparare tutto questo, sai che litigate!

Io penso che sia giusto dare ai bambini la possibilità di sviluppare la propria personalità, i propri gusti, hobby e passioni.
Nel mondo là fuori, dove tutti cercano di uniformarsi al gruppo per essere accettati, è difficile essere se stessi, quindi è importante che inizino a farlo tra le mura di casa, e per farlo hanno bisogno dei loro spazi, anche quando la cameretta è solo una.

Un po' per facilitarti la lettura, un po' perché non amo i giri di parole, ho pensato di proporti in modo molto schematico quattro soluzioni, basate sulle differenze di sesso ed età.
Naturalmente questa è una guida generale ma ogni caso è a sé, quindi è possibile che la soluzione più adatta per i tuoi figli non sia quella della categoria in cui li ho collocati.
Mi piacerebbe se me lo facessi sapere nei commenti.

1. Letti uniti uno di fronte all'altro e scrivania condivisa
Grado di condivisione massimo.

Questa soluzione è adatta per bambini dello stesso sesso che hanno più o meno la stessa età, perché i gusti e le esigenze coincidono.

1, 2.

2. Letti e scrivania su due lati opposti

Grado di condivisione alto.

Soluzione adatta per i bambini che hanno la stessa età ma diverso sesso, perché le esigenze coincidono ma i gusti saranno diversi.

Ognuno ha il suo lato di stanza da personalizzare; si può usare un colore neutro e variare le decorazioni, oppure osare con due colori diversi per le pareti (ma che stiano bene insieme).

1, 2.

3. Letti e scrivania angolare

Grado di condivisione medio.

Questa potrebbe essere la soluzione ideale per bambini dello stesso sesso ma con un età diversa, perché è probabile che i loro gusti siano simili ma le esigenze saranno diverse.

Con la disposizione angolare i bambini sono vicini ma si danno le spalle e questo darà loro una sensazione di maggiore autonomia.
Il modo più adatto per arredarla è quello di usare gli stessi colori ma decorazioni diverse per ciascuno.

1, 2.

4. Letti e scrivania separati da un elemento divisorio centrale

Grado di condivisione minimo.

Soluzione per bambini di diversa età e diverso sesso, che hanno gusti ed esigenze differenti e quindi hanno bisogno di una maggiore autonomia e privacy.

L'elemento divisorio centrale può essere composto da un pannello di compensato, una tenda o da due librerie messe una di spalle all'altra.
Si verranno a creare due stanze in una, che possono essere personalizzate con colori e decorazioni differenti senza problemi.

1, 2.

E l'armadio?

Dell'armadio non ho parlato perché la sua posizione è strettamente collegata alla forma della stanza e alla posizione di porta e finestra.
Se vuoi puoi scrivermi queste informazioni nei commenti, sarò felice di darti un consiglio.

Non pensare che la soluzione che scegli sarà definitiva

Tieniti pronta a fare delle modifiche, perché durante la crescita i tuoi figli alterneranno fasi in cui giocheranno insieme a fasi in cui litigheranno per qualsiasi cosa; momenti in cui non si guarderanno nemmeno in faccia ad altri in cui vorranno addirittura unire i letti.
Parola di sorella!

5 commenti:

  1. Sono d'accordo e anch'io lo consiglio sempre, da piccoli è meglio favorarire il buon rapporto tra fratelli e sorelle e condividere la cameretta dei bambini, meglio sviluppare un sentimento di fratellanza, di famiglia, di gruppo, piuttosto che di individualità, mentre per il bagno, essendo un ambiente molto intimo, quando se ne ha la possibilità, meglio averne un paio. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, diciamo che avere entrambe le cose sarebbe l'ideale, ma quando lo spazio è poco bisogna scendere a compromessi.

      Elimina
  2. Ciao. Sto cercando dei consigli come dividere meglio gli spazi. Ho 3 figli ma 2 camerette. 2 maschi con una differenza di eta di 11 anni, e una femmina di 7 anni. Prima ho pensato di fare la stanza dei maschi, però hanno una grande differenza di età. Una seconda opzione e sacrificare metà soggiorno x ricavare una cameretta, ma rimarrà un soggiorno talmente piccolo che anche unito alla cucina risulterebbe troppo piccolo. Il soggiorno è lo spazio dove ci ritroviamo tutti alla sera x guardare la tv e stare insieme. Risulterebbe ogni uno con lo spazio privato e niente spazi comuni. Non so proprio come fare ��

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,la femminuccia quanti anni ha di differenza con i fratelli? Se non sono molti, potresti mettere uno di loro insieme a lei. Oppure dividere la stanza dei maschi con la terza soluzione che ho proposto sopra.
      Se hai bisogno di aiuto scrivimi una email a fiorellazucca@gmail.com, in questo periodo i miei servizi sono scontati del 40% 😉

      Elimina
    2. Ciao,la femminuccia quanti anni ha di differenza con i fratelli? Se non sono molti, potresti mettere uno di loro insieme a lei. Oppure dividere la stanza dei maschi con la terza soluzione che ho proposto sopra.
      Se hai bisogno di aiuto scrivimi una email a fiorellazucca@gmail.com, in questo periodo i miei servizi sono scontati del 40% 😉

      Elimina

Lo so che vai di fretta e non hai tempo da perdere, ma i tuoi commenti non mi servono per nutrire il mio ego. Mi servono per conoscerti, per capire i tuoi gusti, per sapere di cosa hai bisogno e quali problemi vuoi risolvere. Raccolgo questi dati con amore e poi li uso per scrivere nuovi articoli che possano esserti sempre più utili.
Dacci dentro!